Terramadre_la città

selezione 2° Chiamata Offline

di e con Laura Nardinocchi e Niccolò Matcovich
con il contributo di Florian Metateatro, Verdecoprente/Associazione Ippocampo
con il sostegno di Sementerie artistiche
progetto vincitore Bando Life is Live a cura di Smart e Fondazione Cariplo, Bando OFFline a cura di Ferrara OFF, Bando CURA 2023
foto Elisa Nocentini
Chiamata Offline del Teatro Ferrara Off
in collaborazione con Associazione Nuova Terraviva

Seconda tappa di un progetto che si è proposto di indagare il rapporto uomo-natura attraverso dei viaggi di esplorazione e di scoperta. Dopo il cammino da Roma a Ferrara dei due autori, questa volta sono stati gli spettatori a svolgere un percorso a piedi dal teatro a uno spazio aperto dove domandarsi: cos’è la Terra? Che rapporto abbiamo con lei?

Dal teatro Ferrara Off si è arrivati a Terraviva, un'oasi coltivata all'interno delle mura cittadine, dove si è pranzato assieme.

"Ci piace definire TERRAMADRE come un progetto più che uno spettacolo. È un viaggio - fisico ancor prima che simbolico - di esplorazione e di scoperta, dove l’obiettivo è indagare il rapporto uomo-natura. Come recita una poesia di Arminio ci vorrebbe l’anno dell’attenzione. Attenzione a ciò che ci circonda, che attraversiamo, che calpestiamo. Riuscire a guardarlo, ad entrarci in contatto. Coglierne i colori, gli odori, i sapori. Attenzione ad ascoltare le sensazioni e le emozioni che tutto questo genera in noi. Trovare il nostro modo per stare in contatto con la Terra. Ma cos’è per noi la Terra? È ancora un nostro interlocutore? Sappiamo che rapporto abbiamo con lei? La vita materiale la conosciamo?
A queste domande noi, figli della città, non sappiamo rispondere. Per questo, con TERRAMADRE, iniziamo un viaggio che ha l’obiettivo di costruire e ridefinire il nostro rapporto con la Terra."