ANTEPRIME SULL'EDIZIONE 2024 DI MONUMENTI APERTI FERRARA

8 Aprile 2024

Torna all'elenco delle news

Mentre si ufficializzano le date dell’edizione 2024 di Monumenti Aperti Ferrara, che si terrà dal 18 al 20 ottobre, l’8 aprile iniziano i sopralluoghi che coinvolgono alunni e insegnanti, assieme allo staff di formatori ed esperti guidati dal teatro Ferrara Off, che organizza l’evento.

Sono 34 le classi coinvolte, per un totale di 682 studenti, e 19 scuole della città nel percorso didattico dal titolo “Le parole della Bellezza” ideato per le scuole da Imago Mundi e dallo scrittore per ragazzi Luigi Dal Cin.

Un imponente progetto educativo che da otto anni conduce, gratuitamente, i visitatori alla scoperta di luoghi d’arte e cultura, accompagnati da speciali piccole guide: alunne e alunni delle primarie e secondarie di primo grado.

La manifestazione, coordinata a livello nazionale da Imago Mundi è nata a Cagliari nel 1997, ha ricevuto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo.

«Siamo felici di annunciare che il tema dell’edizione 2024 di Monumenti Aperti sarà “Spazi per i sogni” – rivela Massimiliano Messina, presidente di Imago Mundi – e il legame con Ferrara è sottolineato dalla scelta dell’immagine per la campagna nazionale: il Teatro Comunale Abbado – recentemente inserito fra i monumenti nazionali dalla Commissione Cultura della Camera – immortalato dal fotografo Giacomo Brini gremito di giovani volontari di Monumenti Aperti che insieme celebrano la loro capacità di narrazione, illuminano i luoghi di colore e calore, e generano sogni e portando memoria».

Per le piccole guide, il percorso preparatorio parte diversi mesi prima, per consentire a questi giovani ciceroni di scoprire e conoscere il monumento nel quale il prossimo autunno accoglieranno il pubblico per raccontarne storia, segreti e curiosità. Sempre al loro fianco le insegnanti, preziose alleate di questo progetto.

«Quest’anno il percorso – annuncia Marco Sgarbi, direttore organizzativo di Ferrara Off – si svilupperà dal centro città, attraverso l’asse delle Mura che va da Porta Paola fino a viale Alfonso I d’Este, dove ha sede Ferrara Off. Presto inizieremo a svelare i monumenti che apriremo seguendo un tracciato che si snoda nella parte sud-est del centro città, per valorizzare quest’area a noi molto cara, che conduce al nostro teatro, e che rientra nel progetto di rigenerazione urbana Look-up! del Comune di Ferrara, con il supporto dei Fondi Europei della Regione Emilia-Romagna».

Monumenti Aperti andrà a rafforzare il piano urbanistico immaginato per uno dei tracciati più suggestivi di Ferrara, quello che dalle Piazze Gobetti e Travaglio, passa per le Mura cittadine, e arriva alla zona di San Giorgio e Bagni Ducali, con il Centro Culturale Slacìvich.

Monumenti Aperti Ferrara è un evento organizzato da Ferrara Off, in collaborazione con Fondazione Ferrara Arte e Comune di Ferrara, con il coordinamento di Imago Mundi, il sostegno di Regione Emilia-Romagna, Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Ministero dell’Istruzione e del Merito, Ministero della Cultura.

foto di Giacomo Brini