RHIZOMA

ideazione e coreografia Astrid Boonscon Maria Chiara Mezzadri e Astrid Boonsmusiche originali Miguelángel Clerc Paradaproduzione Ferrara Off – Korzo Theater https://korzo.nl/ “Il rizoma non ha un principio né una fine, è sempre in mezzo, tra le cose, inter-essere, intermezzo. Il movimento planare dei rizomi resiste la cronologia e l’organizzazione, favorendo invece un sistema nomade di crescita e propagazione” (Deleuze e Guattari). “Il tema principale di questo lavoro è la memoria e la sua relazione con l’essere, l’identità ed il tempo. È un lavoro che non offre un processo teorico e di conseguenza una conclusione statica, ma che invece si basa su questioni e domande. Durante il suo sviluppo, daremo spazio all’esplorazione sensoriale. L’interesse coreografico risiede nell’esperienza e nell’interazione. Lo scopo è di creare una performance che dà spazio a molteplici interpretazioni.Come siamo forgiati dalla nostra memoria? Dove sono immagazzinati...

Continua a leggere

MICÒL E LE ALTRE

con Roberta Pazi, Marco Sgarbi, Diana Höbel, Giulio Costa, Monica Pavaniideazione Monica Pavani e Giulio Costaselezione dei testi Monica Pavaniregia Giulio Costaproduzione Ferrara Off  I poeti si confessano sempre attraverso uno dei loro personaggi. Anzi: tutti i loro personaggi, se sono tanti, sono forme del loro sentimento. Micòl è come me. Non avrei potuto scrivere il romanzo di cui Micòl è la protagonista assoluta, se non fossi somigliato in qualche modo a lei.Giorgio Bassani  Micòl e le altre è un percorso di letture, racconti e messe in scena dedicato alla figura e all’opera di Giorgio Bassani. Un viaggio alla scoperta di alcuni dei suoi memorabili personaggi – che lui chiamava ‘forme del sentimento’ – e delle loro storie che, in origine slegate le une dalle altre, convergeranno tutte verso uno stesso, tragico destino.  Scarica la scheda dello spettacoloDownload (foto Daniele Mantovani, riprese video Stefania Andreo...

Continua a leggere

IMMAGINARIO FURIOSO

letture dall’Orlando Furioso a cura di Giulio Costacon performance di pittura dal vivo di Giacomo Cossioproduzione Ferrara Off “Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, le cortesie, l’audaci imprese io canto”. La lettura dei versi dell’Orlando Furioso è il punto di partenza di un imprevedibile viaggio nei meandri del meraviglioso ariostesco. In scena un leggio e un tavolo, sul quale il pittore Giacomo Cossio – suggestionato dalle parole di Ariosto – manipola immagini, colori, riproduzioni fotografiche di quadri antichi, indumenti, giocattoli, cibo… Colorando, disegnando, dipingendo, impastando con le mani il tutto, l’artista si comporta se come fosse il mago Atlante che inventa personaggi o sentimenti: non è una manifestazione di abilità, anzi al contrario. L’atteggiamento è quello di chi cerca, attraverso l’azione, di costruire, un’immagine  inedita, di quel racconto o di quel personaggio. Inedita,  prima di tutto per chi la manipola....

Continua a leggere

VENTI MESI

di Renzo Segrecon Giulio Costaselezione dei testi Margherita Mauro Dopo la promulgazione delle leggi razziali, marito e moglie ebrei si rifugiano in una clinica psichiatrica fingendosi pazienti in cura. Venti mesi vissuti con l’angoscia di essere scoperti, deportati o uccisi: una drammatica storia vera ripercorsa attraverso la lettura di un diario intimo, appassionante e commovente.  “Circa la nostra vita, o per meglio dire, il nostro lungo incubo, durato cinquecento giorni e cinquecento notti, non ha importanza ricordare le privazioni materiali, i disagi della vita in comune in un ambiente di esaltati, le violente cure che io dovevo subire per dar verosimiglianza, rispetto all’entourage di centinaia di persone, della mia presunta malattia. Ogni fatto, ogni episodio, ogni ora di questo lungo periodo, molte brutte, parecchie tremende, altre insignificanti, erano tutte sovrastate da una permanente nera nube di minaccia, che mozzava il respiro, che rendeva insipido ogni discorso,...

Continua a leggere

TROVIAMO LE PAROLE

mise en espace del carteggio fra Ingeborg Bachmann e Paul Celantratto da “Troviamo le parole. Lettere 1948-1973” (ed. Nottetempo)con Diana Höbel e Marco Sgarbia cura di Giulio Costa e Monica Pavanicon la collaborazione di Margherita Mauro Ingeborg Bachmann e  Paul Celan, due fra gli autori più significativi del Novecento, si incontrano nel 1948 quando lui, a soli ventisette anni è già un poeta conosciuto, e lei, più giovane di sei anni, non è ancora nota ma ha già deciso di vivere di scrittura. Fra loro si creerà un rapporto di amicizia, amore, comprensione e disperazione che – tra pause e riprese – coprirà l’arco di diciannove anni, trovando respiro nello scambio epistolare che diventa man mano il racconto di due vocazioni. Scarica la scheda dello spettacoloDownload (Foto di Daniele Mantovani ;nella foto a lato: Ingeborg Bachmann e Paul Celan nel 1952)

Continua a leggere

IL GATTOPARDO

di Giuseppe Tomasi di Lampedusacon Maria Paiatoideazione Giulio Costa “Di una cosa fui subito certo, non appena ebbi gustato il delizioso fraseggio dell’incipit: che si trattasse di un lavoro serio, opera di un vero scrittore. Tanto bastava. La lettura completa del romanzo, poi, che esaurii in pochissimo tempo, non fece che confermarmi nella prima impressione”. Così scriveva nel 1958 Giorgio Bassani, nella prefazione a Il Gattopardo: a lui si deve, nel periodo in cui lavorava per Feltrinelli, la pubblicazione di questo indiscusso capolavoro della letteratura italiana.Quattro emozionanti puntate – lette magistralmente da Maria Paiato – che sono state concepite come capitoli a sé stanti ma che, nella loro successione dallo sbarco a Marsala alla fine del secolo XIX, si fanno portatrici di una parabola storica ed esistenziale quanto mai attuale. Scarica la scheda dello spettacoloDownload Altre letture con Maria PaiatoGLI ULTIMI ANNI DI CLELIA TROTTI di Giorgio...

Continua a leggere

SE NON FOSSE STATA DONNA

con Matilde Buzzoni e Roberta Pazicollaborazione alla drammaturgia Margherita Mauroregia Giulio Costa – produzione Ferrara Offin collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferraracon il sostegno della Regione Emilia Romagna L.R. 3/2016 Se non fosse stata donna probabilmente di Alda Costa si sarebbe sentito parlare molto di più, ovvero anche al di là dei confini di Ferrara. Invece, pur essendo stata una importante protagonista dell’antifascismo, purtroppo questa maestra dagli alti ideali socialisti rimane ancora oggi poco conosciuta.Se non fosse stata donna è uno spettacolo interattivo – per ragazzi delle Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado – che mira a far scoprire Alda Costa alle nuove generazioni, ripercorrendone la vita attraverso testimonianze, discorsi e scritti autografi, e facendo emergere – con improvvisazioni e interazioni fra attrici e spettatori – tematiche sempre attuali come l’intolleranza, la violenza, la differenza...

Continua a leggere

STORIE PROPRIO COSÌ

con Matilde Buzzoni, Giacomo Vaccari, Penelope Voliniadrammaturgia Margherita Mauroregia Giulio Costaproduzione Ferrara Off Da dove arrivano gli armadilli? Come mai il cammello ha la gobba? E perché il rinoceronte ha tutta quella pelle? Questi e altri interrogativi troveranno incredibili risposte nelle fantasiose Storie proprio così di Rudyard Kipling. Una lettura accompagnata da pittura dal vivo, per soddisfare la curiosità e sbizzarrire l’immaginario di grandi e piccini. Spettacolo per bambini dai sei anni in su. (tecnica mista su carta Giacomo Cossio)

Continua a leggere

MA COSA MI BALENA IN MENTE?

con Matilde Buzzoni, Giacomo Vaccari, Penelope Voliniadrammaturgia Margherita Mauroregia Giulio Costaproduzione Ferrara Off Cos’è una balena?Che cos’è la vita di una balena a confronto con quella di tre giovani ragazzi? Anzi, cosa diventa?Quasi per gioco, tre ragazzi provano a confrontare il proprio modo di esistere con quello dei cetacei. Così, prendendo spunto dalle diverse specie di balene presenti negli alti mari e dalla loro evoluzione, i tre intraprendono un percorso di indugi e scoperte che li porterà a realizzare che ci vogliono milioni di anni di pazienza, coraggio e tentativi sbagliati prima di trovare il proprio posto nel mondo. Un gioco serio in cui i cetacei diventano esempio di tenacia e di estrema adattabilità, ma anche un modello di solitudine, se non addirittura una strategia di sopravvivenza.Lo spettacolo, che ha debuttato in forma di performance site-specific il 9 settembre 2016 al Museo di Storia Naturale di Ferrara nell’ambito della mostra Pesci? No...

Continua a leggere

3 REGINE, 2 RE, 1 TRONO

con Matilde Buzzoni, Sofia Chioatto, Michele Graldi, Giacomo Vaccari, Penelope Voliniaregia Giulio Costaproduzione Ferrara Off Storie di adulti, interpretate da ragazzi, dedicate a bambini Cinque improbabili sovrani si contendono un trono: i loro comportamenti rivelano paura, vanità, invidia, ingordigia, egoismo ma anche fantasia, comicità e poesia.                                                                                        3 Regine, 2 Re, 1 Trono è una creazione collettiva nata con gli allievi del Laboratorio teatrale per ragazzi, attraverso una serie di improvvisazioni guidate da Giulio Costa. I ragazzi interpretano ruoli da adulti: sovrani, re, regine, detentori del potere, ma anche servi, soldati e sudditi. I ruoli si alternano, gli umori si alterano e le dinamiche del potere rivelano tutta la loro precarietà. Lo spettacolo è dedicato ai bambini (dai 6 anni in su) ed è nato con lo scopo di mostrare – con ironia – il mondo degli adulti e di far sì che...

Continua a leggere

  • 1
  • 2
© 2014 Associazione Culturale Ferrara Off / C.F. 93080720381 / P.IVA 01856110380 / Dati fiscali / Rif. L.124/17 / Privacy policy / Cookie policy