Char in casa Char

"L'istante in cui la Bellezza, dopo essersi fatta a lungo aspettare, sorge dalle cose comuni, traversa il nostro campo radioso, lega tutto ciò che può esser legato, accende tutto ciò che del nostro covone di tenebre deve essere acceso." 
da A una serenità contratta (1950)

"Hai premura di scrivere
Come tu fossi in ritardo sulla vita
Se così è segui le tue sorgenti
Affréttati
Affréttati a trasmettere
La tua parte di meraviglioso di ribellione di bene
Effettivamente sei in ritardo sulla vita
La vita inesprimibile
La sola in fin dei conti alla quale accetti d’unirti
Quella che ti vien negata ogni giorno dalle persone e dalle cose
Di cui ottieni a fatica qua e là qualche scarno frammento
A capo di lotte senza pietà
Fuor di lei tutto è sottomessa agonia fine plateale
Se incontri la morte durante il tuo travaglio
Accoglila come la nuca sudata trova buono l’arido fazzoletto
Abbassando il capo
Se vuoi ridere
Offri la tua sottomissione
Mai le armi
Sei stato creato per momenti poco comuni
Modificati sparisci senza rimpianto
Alla mercé del soave rigore
Quartiere per quartiere la liquidazione del mondo continua
Senza interruzione
Senza smarrimento

Fa’ sciamar la polvere
Nessuno scoprirà la vostra unione"

Tu es pressé d’écrire… (1935)
Hai premura di scrivere… trad. di Giorgio Caproni